Hai mai sentito parlare di Fair Trade? Perché oggi si parla tanto di commercio equo solidale e quali sono gli elementi che lo rendono così importante?

Il commercio equo e solidale o Fair Trade indica un sistema economica che si fonda sul dialogo, sulla trasparenza e soprattutto il rispetto generale operando per raggiungere una maggiore equità tra Nord e Sud del mondo.

Nello specifico, il Fair Trade è un modello economico che favorisce uno sviluppo sostenibile offrendo ai lavoratori condizioni economiche migliori e assicurando ai produttori posti ai margini del mercato equi diritti.

Nel concreto, se decidi di acquistare prodotti equo solidali hai deciso di contribuire alla lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile e di aiutare comunità in difficoltà, in quanto i ricavi in più ricevuti dai produttori vengono utilizzati per aiutare chi è in difficoltà e sostenere le economie locali.

Ecco le principali caratteristiche del Fair Trade

Il Fair Trade o commercio equo solidale ha l’obiettivo di raggiungere una maggiore equità tra Nord e Sud del mondo ponendo il rispetto dell’ambiente come valore cardine.

Esistono delle caratteristiche principali che distinguono il commercio equo solidale. Vediamole insieme.

  1.  Filiera corta. Con questo termine viene indicata una filiera produttiva caratterizzata da un numero ridotto di passaggi produttivi a differenza di quella che è propria del commercio “tradizionale”.
  2. Maggiori diritti per i lavoratori. Il Fair Trade conferisce al lavoratore una serie di importanti diritti: diritto ad un compenso equo, diritto ad un lavoro dignitoso, diritto a condurre una vita sana e molti altri. La vita del lavoratore assume un’importanza centrale e si chiede alle imprese di instaurare un dialogo più equo con i lavoratori.
  3. Tutela ambientale. Il rispetto dell’ambiente è uno dei principi più importanti del Fair Trade. La tutela ambientale si traduce nel favorire l’incremento di produzioni ecosostenibili, in contrapposizione con tipologie di produzione più aggressive. Allo stesso tempo è importante incrementare la tutela delle risorse naturali, come l’acqua, e il mantenimento della biodiversità.
  4. Pagamenti equi. Il valore dell’equità si traduce in prezzi equi, stipendi equi e rispetto dei salari minimi stabiliti nei diversi Paesi di riferimento. Secondo il Fair Trade la negoziazione del compenso deve avvenire in modo equo, coinvolgendo tutti gli attori e favorendo un dialogo continuo e proficuo.

Fair Trade nel settore abbigliamento: la moda sostenibile

Il Fair Trade coinvolge numerosi settori di mercato, anche quello dell’abbigliamento.  Nello specifico, si parla di moda sostenibile, quando i capi vengono prodotti rispettando l’ambiente che ci circonda con metodi produttivi che provocano un minor impatto ambientale.

Perché è importante sapere quali sono i benefici della moda sostenibile?

Secondo recenti studi e ricerche, l’industria della moda a livello globale è considerata la seconda industria più inquinante al mondo. Di fronte a questo dato non posiamo rimanere indifferenti, ma è necessario ripensare il modo di concepire e di realizzare la moda per il benessere individuale e dell’intero ecosistema economico e sociale.

ProtoXtype è nata con l’obiettivo di seguire i principi fondamentali del Fair Trade, producendo abbigliamento sostenibile mediante l’utilizzo di tessuti anallergici, antibatterici e traspiranti. I nostri capisono ideali per chi pratica attività sportiva, ama viaggiare o semplicemente è alla ricerca di abbigliamento tecnico di qualità.

Tags

Comments

There are no comments yet.

Leave a comment